Archivio

  • images/stories/slides/07a 1.jpg
  • images/stories/slides/07a 10.jpg
  • images/stories/slides/07a 11.jpg
  • images/stories/slides/07a 12.jpg
  • images/stories/slides/07a 14.jpg
  • images/stories/slides/07a 15.jpg
  • images/stories/slides/07a 17.jpg
  • images/stories/slides/07a 18.jpg
  • images/stories/slides/07a 2.jpg
  • images/stories/slides/07a 3.jpg
  • images/stories/slides/07a 4.jpg
  • images/stories/slides/07a 5.jpg
  • images/stories/slides/07a 6.jpg
  • images/stories/slides/07a 7.jpg
  • images/stories/slides/07a 8.jpg
  • images/stories/slides/07a 9.jpg
  • images/stories/slides/screenshot.jpg
  • images/stories/slides/screenshot1.jpg
  • images/stories/slides/screenshot2.jpg
  • images/stories/slides/screenshot3.jpg
  • images/stories/slides/screenshot4.jpg
  • images/stories/slides/screenshot5.jpg
  • images/stories/slides/screenshot6.jpg
  • images/stories/slides/screenshot7.jpg

Réginald Grégoire canta il suo ‘Nunc dimittis’

gregoireScompare il monaco e studioso di fama internazionale che fu eccezionale docente ai Corsi AISCGre

Nella quiete ancora innevata del suo eremo di San Silvestro in Montefano (Ancona) si è spento domenica 26 febbraio il benedettino Réginald Grégoire. Era nato a Bruxelles il 13 luglio 1935. Molti dei soci e corsisti AISCGre lo ricorderanno per le sue straordinarie lezioni di Storia liturgica tenute per svariati anni nell’ambito dei Corsi internazionali di Canto gregoriano a Cremona.

Padre Grégoire, iniziò la sua vita di monaco benedettino nell'abbazia di Clervaux (Lussemburgo). Chiamato a Roma nel 1957 per collaborare all'edizione critica della Vulgata, presso la Pontificia Abbazia di San Girolamo in Urbe, si laureò in teologia nel 1963 presso il Pontificio Ateneo di Sant'Anselmo, sotto la guida di Dom Benedetto Calati, con una tesi su San  Bruno di Segni che in seguito otterrà il premio del Centro italiano di studi sull'alto Medio Evo di Spoleto. Sotto il pontificato di Paolo VI, dal 1957 al 1983 prestò servizio presso la Segreteria di Stato in Vaticano. Dopo la soppressione della Pontificia abbazia romana di San Girolamo, risiedette nella comunità di San Silvestro in Fabriano dove svolse il ruolo di bibliotecario. Fu docente a Roma presso l' istituto Sant' Anselmo, l’Agustinianum e all' istituto Regina Mundi. Insegnò anche all'Istituto Teologico Marchigiano di Ancona e nella Scuola Teologica Diocesana in Fabriano. Dal 1974 fu professore nelle Università Statali di Pisa, Pavia e Urbino, dove presso la Facoltà di Scienze politiche fu anche Decano e Direttore dell'Istituto Storico Politico. Fu pure professore di Storia della Liturgia presso la Scuola di Paleografia e Filologia musicale di Cremona dell’Università di Pavia. Postulatore per le Cause dei santi fu socio di 28 Società culturali o comitati redazionali. Insieme a Nino Albarosa e a Giovanni Conti fu fondatore a Bologna, agli inizi degli anni ’90, sia degli Incontri di studio medievali, attivi per un decennio all’Eremo di San Vittore, sia del Mediae Aetatis Sodalicium di cui fu Presidente

Noto conferenziere, ha oltre 650 pubblicazioni di area agiografica. Curò moltissime edizioni critiche di testi mediolatini e analisi agiologiche. Scrisse testi di storia della Chiesa e della spiritualità, di commento alle liturgie occidentali e orientali, di diritto monastico e canonicale medievale. Profondo conoscitore della storia della vita consacrata nel Medioevo, padre Grégoire si interessò sia del monachesimo benedettino che dei canonici regolari della Riforma gregoriana. Autore di numerosi saggi su figure del grande monachesimo medievale, come Pascasio Radberto e Beda il Venerabile, il suo nome resta legato soprattutto agli studi di agiografia o, meglio, di agiologia, come amava filologicamente precisare. La comunità scientifica ricorderà il “monaco dei santi”, attraverso l’imminente pubblicazione di una miscellanea di studi in due volumi, Hagiologica. Studi in onore di Réginald Grégoire, a cura di Alessandra Bartolomei Romagnoli e Pierantonio Piatti. Un elenco quasi completo delle pubblicazioni di Grégoire fino al 1995 si trova in Florentissima proles Ecclesiae. Miscellanea hagiographica historica et liturgica Reginaldo Grégoire O.S.B. XII lustra complenti oblata, a cura di Domenico Gobbi, Trento 1996, pp. 3-28.

Per le pubblicazioni dal 1996 in poi si veda la pagina personale dello studioso sul sito dell'Univerità degli Studi di Urbino.




Powered by Joomla!®. Designed by: joomla 1.7 templates hosting Valid XHTML and CSS.